CENNI ANAMNESTICI

GLUTEALGIA IN SPONDILOARTRITE

  • 27 anni
  • Attività lavorativa: studente di ingegneria
  • Affetto da SPONDILOARTRITE PSORIASICA (esordio oltre 5 anni or sono) in attuale terapia con cicli di farmaci anti-infiammatori non-steroidei (FANS);
  • Familiarità: una sorella affetta da psoriasi, un fratello affetto da diabete mellito tipo II
  • Comorbidità: ipercolesterolemia, iperuricemia

PROBLEMI ATTIVI

Giunge alla nostra osservazione per la recente comparsa di diarrea acuta e dolore lombare irradiato in regione glutea a destra, con caratteri di dolore infiammatorio, dolore e tumefazione della spalla destra, artrite del II dito della mano destra e della caviglia destra, febbricola (37,9 °C), astenia, sudorazione notturna e malessere generale.

All’obiettività reumatologica si registra la compromissione funzionale del rachide alla mobilizzazione attiva e la marcata contrattura della muscolatura paravertebrale. ROT presenti e normoeccitabili.

Clinimetria: BASFI = 6,3; BASMI = 4,2; BASDAI = 7,7. Negativi i test semeiologici attivi e passivi di provocazione del dolore a livello delle sacro-iliache.

             INDAGINI DI LABORATORIO

  • HGB emoglobina 14,9 g/dl (vn 14-18 g/dl)
  • WBC leucociti 11,83 x103/mcl (da 4.00 a 10.00) (neutrofili 77.3%)
  • VES = 41 mm/h (2-20 mm/h)
  • PCR = 12,2 mg/dl (<0,5 mg/dl)
  • Colesterolo totale 277 mg/dl (< 200 mg/dl)
  • Trigliceridi = 185 mg/dl (<200 mg/dl)
  • Creatinina = 0,73 mg/dl (0,50 – 1,00 mg/dl)
  • GOT/AST = 24 IU/L (da 5 a 41 IU/L)
  • GPT/ALT = 25 IU/L (da 5 a 40 IU/L)
  • Tipizzazione HLA-B27 = positiva
  • Calprotectina fecale = 51 mcg/gr (< 70 mcg/gr)
  • Reazione di Widal-Wright (antigene O e H)= negativi
  • Sierologia per epatite B e C = negativa
  • Emocultura = 2 emocolture negative

          INDAGINI STRUMENTALI

DIAGNOSI

SACROILEITE CRONICA RIACUTIZZATA IN SPONDILOARTRITE PSORIASICA

               DISCUSSIONE E CONCLUSIONI

Diverse malattie infiammatorie (come le artriti reattive, la SAPHO, la spondiloartrite psoriasica o associata a malattie infiammatorie intestinali) possano presentarsi con una sacro-ileite monolaterale. L’aspetto più rilevante in tema di diagnostica è quello di escludere un’infezione o una neoplasia. Nei casi con esordio acuto/iperacuto, con associati segni e sintomi sistemici ed incremento dei reattanti della fase acuta, può essere difficoltoso differenziare le forme infettive da quelle infiammatorie.

La RM può evidenziare i segni della flogosi articolare, come le erosioni o un più esteso danno osteolitico, l’ampliamento dello spazio articolare o l’anchilosi, così come l’eventuale interessamento dei tessuti molli periarticolari, con la presenza di edema o raccolte di tipo ascessuale.

In letteratura, tuttavia, sono riportati casi di sacro-ileite monolaterale ad esordio acuto/iperacuto con segni all’esame RM suggestivi per forme infettive, che tuttavia manifestavano una risposta clinica al trattamento con antiinfiammatori non steroidei (FANS), negatività all’esame colturale e pertanto riferibili a forme reattive.

Nel nostro caso, il paziente ha presentato un esordio acuto con febbre e glutealgia destra associate a diarrea e con evidenza all’esame RM del bacino di segni di flogosi acuta a carico dell’articolazione sacro-iliaca destra, quali l’edema osseo intraspongioso, l’osteite, la sinovite, la capsulite, con estensione del processo infiammatorio nei tessuti molli periarticolari, ed edema al muscolo ileo-psoas destro, ai muscoli paravertebrali ed interessamento dei piani sottocutanei. La RM e anche la TC, eseguita come guida bioptica, hanno anche evidenziato segni di flogosi cronica a carico dell’articolazione sacro-iliaca destra, con erosioni, ampliamento dello spazio articolare e modesta sclerosi subcondrale sul versante iliaco.

L’estensione del processo infiammatorio ai tessuti molli periarticolari è spesso correlato ad una forma infettiva, ma la negatività delle emocolture, dell’esame colturale sul pezzo bioptico, il coinvolgimento infiammatorio dello scheletro appendicolare, la risposta al trattamento anti-infiammatorio e la positività dell’antigene HLA-B27 hanno indotto ad escludere la forma infettiva e confermare la natura reattiva del quadro clinico.

 

BIBLIOGRAFIA

  1. Kang Y, Hong SH, Kim JY, Yoo HJ, Choi JY, Yi M, Kang HS. Unilateral Sacroiliitis: Differential Diagnosis Between Infectious Sacroiliitis and Spondyloarthritis Based on MRI Findings. AJR Am J Roentgenol. 2015;205(5):1048-55. doi: 10.2214/AJR.14.14217.
  2. Giraudo C, Weber M, Puchner A, Grisar J, Kainberger F, Schueller-Weidekamm C. Which MR sequences should we use for the reliable detection and localization of bone marrow edema in spondyloarthritis? Radiol Med. 2017;122(10):752-760. doi: 10.1007/s11547-017-0778-y.
  3. Hermann KG, Bollow M. Magnetic resonance imaging of sacroiliitis in patients with spondyloarthritis: correlation with anatomy and histology. Rofo. 2014;186(3):230-7. doi: 10.1055/s-0033-1350411.
  4. Muche B, Bollow M, François RJ, Sieper J, Braun J. Anatomic structures involved in early- and late-stage sacroiliitis in spondylarthritis: a detailed analysis by contrast-enhanced magnetic resonance imaging. Arthritis Rheum. 2003;48(5):1374-84.
  5. Pialat JB, Di Marco L, Feydy A, Peyron C, Porta B, Himpens PH, Ltaief-Boudrigua A, Aubry S. Sacroiliac joints imaging in axial spondyloarthritis. Diagn Interv Imaging. 2016;97(7-8):697-708.
  6. Sung S, Kim HS, Kwon JW. MRI assessment of sacroiliitis for the diagnosis of axial spondyloarthropathy: comparison of fat-saturated T2, STIR and contrast-enhanced sequences. Br J Radiol. 2017 Oct;90(1078):20170090. doi: 10.1259/bjr.20170090.
  • Non sei ancora iscritto a Rheumalab? Iscriviti ora.

    ATTENZIONE

    I contenuti di Rheumalab

    sono riservati ad un pubblico appartenente alla classe medica,

    specialisti in medicina, studenti di medicina e addetti ai lavori.

    Proseguendo nella navigazione auto-certifico di appartenere a una delle suddette categorie.

  • Informativa
    Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla cookie policy.
    Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questo banner, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o continuando a navigare in altro modo.